Biologa, Nutrizionista, Specialista in Patologia Clinica
Dott.ssa Claudia Abete: 333/ 60 71 641 - Biologa, Nutrizionista, Specialista in Patologia Clinica

Test Intolleranze Alimentari

Le Intolleranze od Ipersensibilità Alimentari si differenziano dalle Allergie Alimentari in quanto si manifestano con sintomi meno acuti ma protratti maggiormente nel tempo. Non provocano quasi mai delle reazioni violente ed immediate nell’organismo, e quindi spesso non sono direttamente collegabili all’assunzione del cibo che le determina.ciliegie

Si manifestano quasi sempre con una sintomatologia più o meno sfumata (stanchezza, cefalea, gonfiori addominali postprandiali, infezioni ricorrenti, dolori articolari, ecc.) o con modificazioni cutanee (pelle secca, eczemi, orticaria, ecc.); spesso sono correlate a disordini del Peso Corporeo, sia in eccesso che in difetto. Esse sono riconducibili all’accumulo nel tempo delle sostanze responsabili di Ipersensibilità, fino ad un livello che ad un certo punto supera la “dose soglia”.

A causa di questo periodo di latenza, spesso risulta difficile accettare e comprendere come si possa improvvisamente diventare Intolleranti ad un cibo comunemente introdotto quotidianamente o meglio pluri quotidianamente (v.frumento, olio di oliva, latticini, ecc.).

DOMANDE FREQUENTI (FAQ)

Quali sono le differenze tra intolleranze alimentari ed allergie?

Allergie e intolleranze: due disturbi apparentemente uguali, ma con caratteristiche ben distinte, nonostante i sintomi siano spesso confondibili.Tra “essere allergici” ed “essere intolleranti”, infatti, esistono nette differenze, prima fra tutte la produzione di anticorpi. Nell’allergia, infatti, l’organismo produce quantità cospicue di IgE (Immunoglobuline di tipo E), mentre le intolleranze sono dovute generalmente a deficit enzimatici come avviene, per esempio, nell’intolleranza al latte che è causata da un deficit di lattasi. Inoltre, i tempi di manifestazione dei sintomi, dal momento di contatto con l’antigene (la sostanza in grado di stimolare una reazione negli organismi ad essi sensibilizzati), sono diversi a seconda si tratti di allergia o intolleranza: più rapidi nella prima e più lunghi (anche di alcuni giorni) nella seconda.

A chi è rivolto il test per le intolleranze alimentari?
A tutti coloro che soffrono di manifestazioni cutanee, di problemi legati all’apparato digerente che si accusano particolarmente nel periodo postprandiale mediante cefalee, dolori addominali, nausea, meteorismo: problemi che rendono “pesante” lo svolgersi delle normali azioni quotidiane.

Lista Alimenti Testati - Test TIAMI (1.4 MiB)

Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, function 'udesign_footer_included' not found or invalid function name in /web/htdocs/www.nutrilabor.it/home/wp-includes/plugin.php on line 429